Intervista a Massimo Milone

Sabato Colella intervista Massimo Milone






"La passione….quella cresce cresce cresce ancora oggi … è quella che mi fa superare le “brutte” giornate a lavoro " -cit.


Massimo Milone è un giovane che si è fatto da solo con una passione per il turismo in chiave 2.0, nella sua carriera ha ottenuto diversi riconoscimenti e recentemente ha iniziato a far parte dell' A.D.A Campania. Ci racconta un pò di lui in questa intervista:



Caro Massimo raccontaci di quando hai iniziato a lavorare, quali difficoltà hai dovuto affrontare? È stato amore a primo "check-in" o la passione è venuta dopo? 

Successivamente alla QUALIFICA DI ADDETTO RICEVIMENTO, nell’estate del 1998 un altro traguardo per me è stato il DIPLOMA DI TECNICO DEI SERVIZI TURISTICI. 
Ho subito cominciato ad inviare CV in lungo e in largo…quando all’improvviso nel mese di marzo del 1999 (a soli 19 anni) “finalmente” arriva quel fatidico OK che mi ha aperto la porta di quel Mondo diventato anche la mia vita e come cita la domanda è stato amore a prima vista.
La persona che non smettero’ mai di ringraziare per avermi fatto entrare in questo magnifico settore è la Sig.ra Zattera Felicina che ha gestito per oltre 50 anni la struttura dove ho appunto cominciato “PENSIONE MARGHERITA”di Napoli al Vomero. 
Come tutte le Prof. che abbiamo avuto a scuola… oggi valuto che tutte le ramanzine che mi faceva giorno per giorno ancora mi servono per affrontare le difficoltà professionali e perché no anche di vita reale. 
Posso dire “con orgoglio” di aver fatto la gavetta per amore del mio lavoro. 
Turno di notte poi pomeriggio ed oggi ricopro il turno di mattina. 

La “PENSIONE MARGHERITA” è diventata a seguito cambio di gestione e denominazione un ottimo Hotel 3 stelle denominato HOTEL CIMAROSA che prende il nome dalla strada dove è ubicata la struttura.
Ho sempre avuto la passione per le lingue straniere per i viaggi e per l’accoglienza in genere.
Mi sono sempre immedesimato nelle persone che vengono nella mia città e quindi cerco di offrire tutto la mia assistenza per farli sentire come a casa. 
Direi che la passione è stata senza dubbio al primo check-in (anzi forse la chiamerei paura quasi degli Ospiti ai primi check-in ). 


La passione….quella cresce cresce cresce ancora oggi … è quella che mi fa superare le “brutte” giornate a lavoro


A un giovane che vuole intraprendere questo mestiere , secondo te, cosa gli permetterà di capire se il lavoro in albergo fa per lui? 


Ricordo come se fosse oggi il mio primo giorno di Istituto Alberghiero, (avevo appena 13 anni e mezzo) eravamo tutti in fila come matricole dei Marines…per l’assegnazione delle classi/ sezioni, una voce forte dagli altoparlanti ci disse : “ Oggi siete in tanti ma solo pochi di voi avrà successo in questo settore!!!...Spetterà a voi la decisione di entrare in questo mondo se saprete rinunciare a tanti “privilegi” come il week-end libero,le festività a casa, dormire nel proprio letto a casa, etc etc” .
Quelle parole mi fecero subito pensare… “IO DEVO FARCELA!!!”.  
Ai giovani che escono dagli Istituti Alberghieri e si avvicinano al settore ricettivo mi viene da dire che rinunciando ai “privilegi” sopra descritti, i risultati ci saranno… sono fiducioso!!! 

E poi la passione… questa è la parola magica per farvi superare tutto e tutti. 

Non dimenticatevi la “gavetta” forse non esisterà più ma la differenza professionale (e anche nella vita) si vede in quanto trasmette spirito di sacrificio e di disciplina !

Massimo sappiamo che sei per un turismo 3.0 ci dici di più di questa tua passione? 


Sono un appassionato di tecnologia e oggi la tecnologia si sa non ha ormai piu freni, rischi di comprare un cellulare, o qualsiasi altro oggetto tecnologico, uscire dal negozio e vedere che è già obsoleto rispetto al nuovo modello lanciato proprio nello stesso giorno.Rispetto al passato anche il nostro settore ormai oggi è stato assorbito dalla tecnologia. 
La usiamo noi Operatori ma soprattutto anche i nostri Ospiti o eventuali Ospiti. 
Chi non conosce ed usa i Social Network ….Facebook ed a seguire: Twitter, Linkedin Skype, Foursquare, Google+, Pinterest, Scoop.it, Instagram, Tumblr, Slideshare, Qype, Voxer, WhatsApp. 
Ma direi che oggi il turismo 3.0 non è solo social ma anche e soprattutto un turismo internet oriented. 

Il Turista si informa su tutto dove alloggiare dove mangiare e anche chiaramente della destination da visitare e successivamente all’arrivo con una semplice app sul proprio dispositivo portabile che sia smartphone o altro , quasi ne sanno piu di molti residenti. 


Ma ne vale la pena? 


Alcuni Colleghi ma anche Manager (1.0) erano scettici sui social….poi abbiamo visto l’evolversi e chiaramente il successo di questi strumenti. 


Successivamente sono stati adottati dalle strutture ricettive e sottolineo adottati non ho detto usati come si deve!!! Infatti non vale la pena solo per esserci ma vale la pena usare al 100% questi strumenti virali che fanno MOLTO bene alla brand reputation della propria attività e della propria destination 

Secondo te chi lavora alla reception d'albergo di cosa si dovrebbe davvero occupare? 


Controllare e aggiornare la situazione arrivi-presenze-partenze e il verbale informatico, registrare e controllare le prenotazioni e gli arrivi, assegnare le camere, fornire indicazioni a governante, cameriere e facchini, scambiare consegne con colleghi; gestire la fornitura di prodotti di pulizia/set cortesia/kit accoglienza e il coordinamento dei servizi accessori (es. taxi ,lavanderia); controllare addebiti e pagamenti, gestire la cassa; fornire indicazioni ai clienti (offerta turistica, spostamenti, manifestazioni, ristoranti, negozi ecc), aggiornare gli espositori di mappe e locandine, accogliere e gestire reclami, assicurare la soddisfazione del cliente. 

Deve saper usare l’informatica (internet, posta elettronica; Office e gestionali settore alberghiero); deve conoscere gli standard di qualità e sicurezza richiesti dalla struttura. Deve avere disponibilità, tolleranza dello stress, cura della propria persona; educazione, rispetto delle “diversità”, pazienza, cortesia, decisione, buona memoria, precisio

Nessun commento:

Posta un commento